Mele

Mele

Immagine“Una mela al giorno leva il medico di torno” …recita un famoso detto popolare. E le più recenti scoperte sembrano proprio dar ragione alla tradizione. La mela è la grossa bacca dell’albero del melo (Malus communis) ed appartiene alla famiglia delle Rosaceae. E’ originaria dell’Asia Minore e viene anche spesso chiamata la regina dei frutti; gli antichi Romani ne coltivavano circa venti tipi di piante ed oggi sono molte le varietà di mele coltivate in Italia.

Per le sue sostanze biofisiologiche che ne costituiscono la struttura la mela si deve considerare come un frutto di grande valore nutrizionale e le sue virtù curative sono conosciute ed apprezzate da sempre. Grazie all’apporto delle sostanze in essa contenute, la mela esercita un’azione positiva su tutte le funzioni e su tutti i sistemi organici del corpo.

Iniziando dall’apparato digerente oltre a facilitare la digestione, svolge un’azione protettiva su tutte le mucose, sia dello stomaco quanto dell’intestino. E’ diuretica, combatte la calcolosi in quanto svolge un’azione antiurica. Agisce come tonico del sistema linfatico e del tessuto epiteliale esterno del corpo, stimolando il rinnovo cellulare del tessuto epidermico. Rinfresca e depura il sangue, agisce come equilibrante del colesterolo ed aiuta la funzionalità epatica.

Mangiata un’ora prima del pranzo (ben masticata ed insalivata) la mela rende più facile la digestione; mangiata dopo pranzo, quando si accusa pesantezza di stomaco, oppure quel senso di acidità caratteristica delle digestioni lente e difficili, stiamo pur certi che eserciterà sullo stomaco un’azione sbloccante e liberatrice. Le mele contengono anche molte sostanze dotate di significative proprietà anticancro. Le ricerche dimostrano che molti di questi composti si trovano in concentrazione maggiore nelle mele fresche. Le mele intere fresche ed il succo fresco di mela contengono circa 100-130 mg per 100 gr. di acido ellagico, clorogenico e caffeico. Questi composti sono invece praticamente assenti nelle mele cotte o nei prodotti commerciali a base di mela; un altro dato che invita a mangiare frutta e verdura fresca.

I VANTAGGI PER LA SALUTE in sintesi:
contengono sostanze antiossidanti ed antitossiche potenzialmente utili per una prevenzione tumorale.
aiutano a stabilizzare il valore della glicemia e quindi possono essere assunte da soggetti diabetici.
regolano la pressione del sangue.
blando effetto lassativo ed antidiarroico.
contribuiscono ad abbassare il livello di colesterolo.
hanno proprietà antivirali.
saziano l’appetito smodato.
brevissimi periodi di monodieta a base di mele (da 1 a max 3 giorni) sono un validissimo metodo per disintossicare l’organismo.

Tra i vari componenti della mela dobbiamo poi citare la pectina. La pectina è una fibra idrosolubile che ha dimostrato numerosi effetti benefici in quanto produce gel e quindi aiuta la mucosa intestinale a spingere i residui lungo l’intestino favorendone la peristalsi; inoltre lega ed elimina le tossine intestinali e favorisce la perdita di peso. La mela è anche una buona fonte di vitamine e di sali minerali.

SCELTA E PREPARAZIONE
E’ sicuramente il caso di comperare mele coltivate biologicamente infatti, come su molti altri tipi di frutta purtroppo, sulle mele vengono spruzzati molti prodotti chimici ed inoltre subiscono trattamenti con cere per mantenerle fresche più a lungo.

CURIOSITA’
I semi delle mele contengono una piccolissima quantità di cianuro e quindi si consiglia di togliere il torsolo prima di centrifugarle.

Le mele fresche devono essere sode e croccanti e per avere il massimo vantaggio dal punto di vista nutrizionale è buonissima cosa consumarle crude, intere o in succo.